Volontariato
Slide fotografica
CondividiFacebookTwitterGoogle+LinkedInemailwhatsapp
Home » Vivere il Parco » Volontariato » Programmi Volontariato

Scuola e Volontariato

C'è sempre da imparare

Questo Programma di Volontariato nasce grazie alle iniziative pilota di alcune Scuole e in particolare degli insegnanti che attraverso le attività di volontariato avvicinano i giovani studenti alla realtà culturale, ambientale quotidiana di un'area protetta. In cambio i ragazzi ne ricevono benefici soprattutto educativi, istruttivi, formativi riportandoli all'interno del loro ambito scolastico, familiare e sociale. La partecipazione al Programma può avvenire nei periodi indicati dalla Scheda, infatti obiettivi, proposte di attività, idee, periodi, vengono preventivamente concordati tra la Scuola e l'Ente Parco.
L'Ente Parco mette a disposizione l'alloggio in camere multiple mentre il Volontario presta la propria attività nel periodo stabilito. La foresteria del Parco offre una sistemazione semplice, non ci sono televisori, telefoni e video-giochi per favorire momenti di ritrovo e di riflessione e per riscoprire il piacere di stare insieme. L'uso cucina è in condivisione con gli altri Volontari.

Le buone pratiche dei Volontari

  1. Sono ammessi ai campi minorenni, purché siano presenti i responsabili maggiorenni del gruppo come insegnanti, genitori, tutor per tutta la durata del soggiorno.
  2. La presenza del responsabile maggiorenne durante tutto il periodo di servizio è condizione indispensabile per lo svolgimento del turno di Volontariato.
  3. Per i partecipanti minorenni è indispensabile l'autorizzazione dei genitori o di chi ne è tutore.
  4. I minorenni sono comunque sempre affidati alle cure e alla tutela del responsabile maggiorenne per tutta la durata del periodo di volontariato.
  5. I partecipanti devono essere muniti di un documento di riconoscimento valido.
  6. I Volontari del Parco devono innanzitutto essere un esempio di comportamento per i visitatori, rispettando per primi, tutti i regolamenti in vigore.
  7. Non è consentito portare a seguito parenti, amici, conoscenti e accompagnatori.
  8. Non è possibile portare cani o altri animali domestici.
  9. I programmi previsti dall'Ente Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise vanno seguiti, rispettando tempi e modalità prescritti.
  10. I Volontari devono assicurare la permanenza e il servizio al Parco per tutta la durata del periodo prescelto e indicato sulla scheda di partecipazione.
  11. Durante il servizio e la permanenza nei locali dell'Ente è vietato fumare e l'uso dei telefoni cellulari è limitato allo stretto indispensabile.
  12. L'Ente Parco affiderà ai Volontari, per il periodo della permanenza al Parco, materiale e attrezzature da utilizzare esclusivamente per le finalità del Volontariato e da riconsegnare in perfette condizioni nei tempi previsti.
  13. Qualora si verificassero danni alle strutture, attrezzature, arredo o altro di proprietà dell'Ente Parco, i responsabili dovranno rimborsare il danno provocato.
  14. La pulizia e l'ordine, sia dei locali e delle aree frequentate dai Volontari vanno rispettate.
  15. Lo stile di comportamento, sia nei confronti del personale del Parco che dei visitatori, dovrà essere sempre molto chiaro e trasparente.
  16. La divisa e i contrassegni del Volontariato vanno indossati durante le attività.
  17. L'Ente Parco non assume alcuna responsabilità per gli incidenti e danni arrecati dai Volontari, che ne risponderanno in prima persona.
  18. I Volontari prescelti dovranno far pervenire, entro una settimana, dalla comunicazione dell'accettazione al turno assegnato, la quota di partecipazione relativa all'assistenza da parte dell'Ente Parco. Il mancato rispetto del termine indicato comporta l'esclusione della partecipazione al turno assegnato.
  19. L'Ente Parco non provvederà al rimborso della quota di partecipazione qualora l'interessato rinunci a partecipare; essa può essere riutilizzata per un altro turno che dovrà avvenire entro l'anno, superato il quale si perde ogni diritto.
  20. I Volontari, all'arrivo al Parco, dovranno obbligatoriamente versare in cassa comune 5,00 euro ciascuno al giorno come fondo iniziale per l'acquisto degli alimenti. Il gruppo di Volontari nomina un responsabile cassiere al quale verrà affidato il fondo e la gestione delle spese. Il cassiere dovrà: redigere l'elenco di chi ha versato l'importo; condividere con gli altri volontari le regole da adottare per una buona gestione della cassa; conservare gli scontrini per giustificare a tutti le spese sostenute; rispettare le esigenze e i gusti alimentari di tutti; rimborsare al volontario che decidesse di anticipare la partenza, la somma versata all'arrivo.
  21. Va attuato qualsiasi metodo, programma, progetto, attività che preveda il risparmio delle risorse e un soggiorno compatibile e sostenibile.
  22. La partenza dei partecipanti deve avvenire entro l'ora prestabilita dell'ultimo giorno del turno assegnato.
  23. In caso di comportamento scorretto e mancata osservanza dei punti sopraelencati, l'Ente Parco si riserva di sospendere dal servizio i Volontari interessati.

Con la firma della scheda di partecipazione i volontari accettano quanto sopra esposto


(foto di: Valentino Mastrella)
Volontari
(foto di: Archivio PNALM)
Volontari
(foto di: Archivio PNALM)
UnescoDiploma Europeologo europarcMinistero dell'AmbienteFederparchi
© 2017 Ente Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise
viale Santa Lucia - 67032 Pescasseroli (AQ)
Tel. 0863/91131 - Fax 0863/912132
E-mail: info@parcoabruzzo.it - Posta certificata
URP
Privacy
Note legali
Elenco siti tematici
Link