Orso marsicano
Slide fotografica
CondividiFacebookTwitterGoogle+LinkedInemailwhatsapp
Home » Orso marsicano » PATOM

Cartografia PATOM

Per supportare al meglio le scelte gestionali in funzione della esigenza prioritaria di tutela dell'orso marsicano, è stata prodotta una cartografia che, partendo dai dati disponibili sulla popolazione (presenza, distribuzione reale, mortalità, ecc.) e sulle caratteristiche ambientali, individua le zone migliori per l'orso a livello di habitat, quelle più "pericolose" per alto rischio di mortalità e quelle verso le quali è più probabile che gli orsi si spostino. Le carte sono dunque essenziali per la pianificazione e la gestione del territorio aiutando, di fatto, il processo decisionale.
A novembre 2008 alcuni ricercatori dell'Università di Roma La Sapienza hanno prodotto un insieme di carte tematiche basate su modelli sviluppati a partire dai dati di presenza dell'orso allora disponibili; le carte riguardavano:

  1. la stima dell'idoneità dell'habitat (modello di distribuzione)
  2. la stima del rischio di mortalità per cause antropiche (modello di mortalità)
  3. la zonazione del rischio ottenuta sovrapponendo i due precedenti modelli (modello integrato di idoneità).

Successivamente, i ricercatori che studiano la distribuzione delle popolazioni animali, hanno prodotto modelli più affidabili, ossia capaci di stimare le probabilità di presenza degli animali con maggiore accuratezza e precisione. Allo stesso tempo sono stati raccolti nuovi dati sull'orso, sia nella "core area" (cioè dove vive stabilmente la maggior parte della popolazione: Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise e zone limitrofe) sia nelle zone dove l'orso è presente per lo più occasionalmente (la cosiddetta area periferica: vedere la PDF relazione tecnica di accompagnamento alla cartografia a pagina 20, figura 4).
Nel 2015 il MATTM ha finanziato uno studio per una nuova cartografia di supporto al PATOM le cui novità rispetto alla precedente sono una banca dati di partenza molto più corposa e che copre un'area molto più estesa e l'uso di modelli di analisi più affidabili.

La cartografia, si compone di una relazione tecnico-descrittiva, modelli e tavole, è stata realizzata da Paolo Ciucci e Luigi Maiorano (Dipartimento di Biologia e Biotecnologie "Charles Darwin", Università di Roma "La Sapienza"), Luca Chiaverini e Matteo Falco (Unione Zoologica Italiana Onlus).

Per una più agevole comprensione e consultazione della cartografia sono state prodotte alcune essenziali FAQ (Domande più frequenti).

UnescoDiploma Europeologo europarcMinistero dell'AmbienteFederparchi
© 2017 Ente Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise
viale Santa Lucia - 67032 Pescasseroli (AQ)
Tel. 0863/91131 - Fax 0863/912132
E-mail: info@parcoabruzzo.it - Posta certificata
URP
Privacy
Note legali
Elenco siti tematici
Link